Nel 2015 148mila assunti

Ecco la grande sorpresa che ci riservava Renzi. Come svuotare le Graduatorie ad esaurimento, con una modifica alla legge sulle immissioni in ruolo, che permetterà di eliminare il decennale precariato e di puntare alle assunzioni dei nuovi abilitati. Un progetto ambizioso che si fonderà anche sulla disponibilità dei docenti a cambiare provincia/regione. Entro dicembre 2014 un censimento degli iscritti nelle GaE e nelle graduatorie del concorso 2012.

Fino all’a.s. 2014/15 le assunzioni in ruolo dei nuovi docenti sono state attuate con il criterio del doppio canale di reclutamento, per cui il 50% è stato assunto da Graduatoria ad esaurimento e il 50% da concorso.

Si vuole invece modificare il sistema del reclutamento, per cui nel 2015/16 il 90% delle assunzioni andrà alle Graduatorie ad esaurimento.

Si tratterà di un’eccezione al principio generale per cui le assunzioni nel pubblico impiego possono avvenire solo per concorso. Per questo, trattandosi di una eccezione, deve essere concentrata nel corso di un solo anno scolastico, il 2015/16.

Progetto attuale solo a costo di una modifica della legge, motivando tale modifica come necessaria a “traghettare il sistema fuori dallo stato di eccezione, e prevedendo da subito che per gli anni a venire le assunzioni torneranno finalmente ad avvenire al 100% da concorso”.

Nelle Graduatorie ad esaurimento ci sono attualmente 148mila iscritti.

Vi sarà innanzitutto da prendere in considerazione una “mobilità rispetto all’attale vincolo di destinazione all’interno della provincia, o rispetto alla classe di concorso su cui il futuro docente di ruolo risulta iscritto nelle Graduatorie ad esaurimento.

Alcuni docenti infati risultano iscritti in classi di concorso ad esaurimento o non più insegnate (916 su A075 A076, 116 su economia domestica, portineria e pratica di agenzia).

CENSIMENTO ENTRO DICEMBRE 2014

Sarà necessario verificare il profilo di ognuno dei 148 mila iscritti alle Graduatorie ad esaurimento e sarà chiesto loro di accettare alcune condizioni

1) possibilità di essere assunti in una provincia della stessa regione o anche in una regione diversa da quella di appartenenza

2) possibilità di allargare le classi di concorso per materie affini, o come organico funzionale ad una scuola o rete di scuole.

Entro il 31 dicembre dunque gli iscritti alle Graduatorie ad esaurimento, ma anche vincitori e idonei del concorso 2012 confermeranno l’intenzione di essere assunti, a queste condizioni, a partire dal 1° settembre 2015.

Potrebbe accadere che qualche migliaio di iscritti alle Graduatorie ad esaurimento rinuncino volontariamente all’assunzione (magari hanno già un altro lavoro); è stato infatti rilevato che negli ultimi 3 anni 43 mila iscritti non hanno avuto nè supplenze annuali (31 agosto o 30 giugno), nè supplenze brevi. Tuttavia il dato deve essere letto con molta cautela, in quanto molti di loro potrebbero aver lavorato nelle scuole paritarie ed essere comunque interessati all’assunzione nella scuola statale.

Se ci saranno molte rinunce, queste potranno essere compensate da

  • laureati SFP Vecchio ordinamento (9.000)
  • cosiddetti congelati Ssis (500)

purchè non si superi il tetto delle 148mila assunzioni e si ravvisi il bisogno di docenti aggiuntivi nella scuola primaria.

Dunque via libera alle assunzioni. Le modalità di assunzione

 

da orizzontescuola.it

 

Annunci
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...